Beni confiscati 25 anni dopo, una sfida ancora da vincere

 

"Una sfida aperta per lo Stato, le istituzioni e la società civile. E siamo chiamati ad affrontarla adesso, senza più ritardi, senza le tipiche lungaggini della burocrazia e con massima trasparenza. Per dire che la lotta alla mafia non è una delle priorità, ma la priorità."

L’instant book “Beni confiscati 25 anni dopo, una sfida ancora da vincere”, realizzato da VITA non profit, è stato firmato da Ugo Bressanello, Presidente di Fondazione Domus de Luna, e da Carlo Borgomeo, don Luigi Ciotti, Nando Dalla Chiesa, Sebastiano Ardita, Tina Martinez Montinaro e del capo dell'Agenzia nazionale Bruno Corda 

A 25 anni dall’approvazione della legge sui beni confiscati e sequestrati alla criminalità organizzata, promossa da Libera, Vita all’interno del progetto editoriale VitaASud propone un Instant Book su quella che rappresenta una sfida aperta per lo Stato, le istituzioni e la società civile. E siamo chiamati ad affrontarla adesso, senza più ritardi, senza le tipiche lungaggini della burocrazia e con massima trasparenza. Per dire che la lotta alla mafia non è una delle priorità, ma la priorità. 

 Venerdì 12 marzo alle ore 17 in diretta sulla pagina Facebook di VITA non profit https://www.facebook.com/VitaSocialContent avverrà la presentazione con gli autori e con la partecipazione di Ivan Scalfarotto, Sottosegretario di Stato al Ministero dell'Interno, e Francesco Sisto, Sottosegretario di Stato al Ministero della Giustizia. L'introduzione è affidata a Stefano Arduini, Direttore di Vita.



E' possibile scaricare gratuitamente l'Istant Book in versione pdf a questo link:http://www.vita.it/it/magazine/2021/03/01/beni-confiscati-25-anni-dopo-una-sfida-ancora-da-vincere/409/

 

 

 

 

Aiutaci anche tu. Dona subito!